Analisi a raggi X

Esame a raggi X di Wendy Owen

Possiedi un dipinto di valore? Forse sono i dettagli impercettibili che lo rendono prezioso. L'uso dei raggi X è diventato una pratica comune tra gli autenticatori d'arte. Non solo svela segreti nascosti nei dipinti, ma aiuta a stabilirne l'autenticità. Tipi di carta, materiali, schizzi preparatori, modifiche alla composizione e altri indizi possono essere rivelati grazie all'uso di una radiografia per dimostrare la natura e l'origine di un dipinto.I raggi X possono anche essere utilizzati per rilevare tracce di minerali ed altri elementi all'interno della vernice. Queste tracce potrebbero indicare quando il dipinto fu eseguito e dove.

Mentre gli esami a ultravioletti possono essere effettuati internamente, la fotografia a raggi X deve essere effettuata in laboratorio. Gli autenticatori d'arte usano i raggi X per identificare e autenticare i dipinti da più di 100 anni. Il primo uso documentato dei raggi X nell'autenticazione artistica fu nel 1896 a Francoforte, in Germania.Come funzionano i raggi X nel mondo dell'autenticazione artistica? In realtà è un processo semplice.Se hai mai effettuato una radiografia dal medico, hai già una conoscenza base di come funzionano; i raggi X sono usati per vedere parti del tuo corpo invisibili ad occhio nudo.Ci sono due tipi di raggi X utilizzati nell'autenticazione dell'arte; la stereoradiografia che funziona allo stesso modo dei raggi X medici e l'autoradiografia che utilizza particelle beta. Ogni tipo di raggi X può mostrare cose diverse in un dipinto che altrimenti non sarebbero viste.Come in uno studio medico, i raggi X possono vedere attraverso diversi strati, ma invece di parti del corpo, questi raggi X vedono attraverso diversi strati di vernice. I raggi X sono in grado di mostrare dove sono stati fatti i ritocchi o dove sono stati dipinti i paesaggi.

Al fine di creare una nuova immagine degli strati del dipinto, i raggi X passano attraverso il dipinto e creano un negativo delle aree più scure sulla pellicola. Immaginate come fosse una fotografia inversa. Dopo che i raggi hanno attraversato il dipinto, si possono vedere vecchi strati di vernice e iniziare le indagini. Ciò è in linea con il noto metodo di preparazione e pittura dell'artista? Le composizioni nascoste sono simili allo stile utilizzato dall'artista? Il tempo è inoltre un elemento che i radiografi usano per effettuare esposizioni a raggi X. Allo stesso modo che si può sottoesporre o sovraesporre la pellicola in una macchina fotografica, lo stesso si può dire per i raggi X. I radiografi usano una breve esposizione a raggi X per mostrare gli strati più profondi. Più lunga è l'esposizione, più bassi saranno i raggi X.

Attraverso una combinazione di analisi morelliane, ricerche documentarie ed esami a raggi X, gli autenticatori possono determinare se un dipinto è autentico. Ad esempio, è noto che la maggior parte degli artisti ricicla le proprie tele. Dipingere sopra un quadro rifiutato era una pratica comune. Le bandiere rosse risalirebbero per un autenticatore d'arte se non ci fossero schizzi, modifiche (pentimenti) o qualsiasi cosa sotto la superficie di un dipinto. Alcuni pittori però, non hanno preparato uno schizzo. In generale, tuttavia, una composizione perfetta potrebbe indicare che il dipinto è un duplicato o una copia.

Un autenticatore istruito, con un occhio molto attento, riesce a distinguere stili e metodi grazie all'uso di raggi X.Sono particolarmente utili per l'esame di dipinti su pannello (legno).Dai raggi X e altre tecnologie forensi all'analisi comparativa sistematica, alla ricerca archivistica, utilizziamo tutti gli strumenti e i metodi necessari per autenticare i dipinti.