Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Tintoretto

TINTORETTO

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Tintoretto.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Tintoretto ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Tintoretto è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Tintoretto, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Tintoretto, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Tintoretto.

Autentichiamo Tintoretto e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Tintoretto. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Tintoretto.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Tintoretto sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Tintoretto sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Tintoretto ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Tintoretto difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Tintoretto, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Jacopo Robusti, noto come il Tintoretto nasce a Venezia nel 1518 circa. Il soprannome “ Tintoretto” gli deriva dal mestiere paterno, tintore di stoffe.
È stato un pittore italiano, uno dei più grandi esponenti della scuola veneziana, grande innovatore del Rinascimento veneziano, soprattutto per i suoi audaci contrasti di luce e ombra, e un precursore dell’arte barocca.
Inizia la sua formazione, stimolato dal padre, presso la bottega del grande pittore Tiziano Vecellio. Alcuni storici raccontano che, dopo solo dieci giorni, il Tiziano lo avrebbe cacciato dalla sua scuola, probabilmente per divergenze artistiche e caratteriali, dato lo spirito ribelle del giovane allievo.
È datato 22 maggio 1539 un documento ufficiale nel quale Tintoretto si firma “maestro”, dunque in possesso di una propria bottega a Venezia, in campo San Cassian. È dell’anno dopo, 1540, la firma su una celebre Sacra Conversazione. La prima, vera commissione di cui si ha traccia, è riferibile a Vettor Pisani, nobile e titolare di una banca, che intorno al 1541, in occasione delle nozze, chiama il giovane ventitreenne Tintoretto a restaurare la propria residenza a San Paterniàn: sedici tavole incentrate sul tema delle Metamorfosi di Ovidio. Già intorno il 1546 Tintoretto dipinge per la chiesa della Madonna dell’Orto tre delle sue opere principali: Adorazione del Vitello d’oro, la Presentazione della Vergine al Tempio e il Giudizio Universale.
Nel 1555 l’artista dipinge la celebre pala con L’Assunta nella Chiesa dei Gesuiti di Venezia, e Giuseppe e la moglie di Putifarre, altro celebre lavoro, poi acquistato da Diego Velasquez per Filippo IV. Nel 1548 è ingaggiato per quattro immagini nella Scuola Grande di San Marco. Nei suoi lavori continua ad essere evidente l’impronta tizianesca specialmente nelle scelte cromatiche e la perfezione di Michelangelo nell’anatomia dei corpi. Nel maggio 1564 i consiglieri della Scuola Grande di San Rocco decidono di far decorare il soffitto nella nuova sede costruita dietro l’abside della Chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari a Venezia. Tintoretto, invitato a partecipare al concorso, presenta un modello per una tela rappresentante La gloria di San Rocco. Inizia così una collaborazione destinata a durare un ventennio, che farà sì che le sale della Scuola di San Rocco siano totalmente affrescate dalle opere di Tintoretto, fino a costituire un immenso poema figurato, la cui importanza è stata talvolta paragonata a quella della Cappella Brancacci di Firenze o della Cappella Sistina di Roma.
Nel 1588, alla morte di Veronese, Tintoretto subentra a quest’ultimo nella decorazione della parete della Sala del Maggior Consiglio, sempre a Venezia. L’opera che ne risulta è un' immensa tela di più di 7 metri di altezza e 24 di lunghezza, raffigurante il Paradiso con al centro il Cristo Pantocratore. Tintoretto muore all’età di settantacinque anni dopo aver realizzato tre ultime opere per la Basilica di San Giorgio Maggiore: gli Ebrei nel deserto e la caduta della manna, l’Ultima Cena e la Deposizione nel sepolcro (1592 – 1594).

Pensi di possedere un’opera di Tintoretto? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Tintoretto.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.