Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Luca Signorelli

LUCA SIGNORELLI

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Signorelli.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Signorelli ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Signorelli è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Signorelli, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Signorelli, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Signorelli.

Autentichiamo Signorelli e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Signorelli. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Signorelli.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Signorelli sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Signorelli sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Signorelli ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Signorelli difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Signorelli, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Luca Signorelli nasce a Cortona, in provincia di Arezzo, nel 1450 circa. È considerato uno dei maggiori esponenti dell'arte rinascimentale, studiato da due giganti della generazione a lui successiva come Michelangelo e Raffaello.
Si forma ad Arezzo presso la prestigiosa bottega di Piero della Francesca, e successivamente in quella del Verrocchio. I suoi primi lavori giovanili, infatti, sono influenzati proprio da Piero della Francesca. È il caso dello Stendardo della Flagellazione, e della Madonna del Latte in gloria, del 1475-1480, entrambi conservati nella pinacoteca di Brera.
La fase giovanile della carriera del Signorelli vede il suo compimento nel ciclo di affreschi dipinti, tra il 1477 e il 1480, nella sagrestia di San Giovanni della basilica di Loreto. La sagrestia presenta una cupola divisa in otto spicchi in cui l'artista raffigura i quattro evangelisti e i quattro dottori della Chiesa. Sulle pareti della sagrestia vi sono le scene dell'Incredulità di San Tommaso, la Conversione di San Paolo, e i dieci apostoli.
Nel 1482 Signorelli è chiamato a lavorare da papa Sisto IV nella cappella Sistina, insieme ai migliori pittori dell'epoca, in quella che sarebbe diventata la cappella più celebre della storia dell'arte. Qui il Signorelli lavora con Bartolomeo della Gatta all'affresco Testamento e morte di Mosè, elogiato dal Vasari come uno dei migliori della cappella. Insieme a Pietro Perugino realizza tra il 1483 e il 1485 una Crocifissione oggi custodita alla Galleria degli Uffizi. Infine nella Pala di Sant'Onofrio, dipinta per il Duomo di Perugia nel 1484, si riassumono tutte le esperienze accumulate dal Signorelli sino allora.
La Madonna col Bambino tra ignudi degli Uffizi, realizzata tra il 1485 e il 1490, si può facilmente accostare al celebre Tondo Doni di Michelangelo
Datata 1490 la Circoncisione di Londra è ambientata entro un abside che richiama lo stile pittorico della Pala di Brera di Piero della Francesca con la calotta a forma di conchiglia.
Un'altra opera notevole è l'Annunciazione, realizzata a Volterra intorno al 1491. L'opera denota la piena maturità stilistica dell'artista e presenta un'idea originale e bellissima: Dio, in alto a sinistra, circondato in cielo da una schiera di putti e immerso nella luce, è posto in un ovale che richiama il ventre materno, facendosi Lui stesso uomo per mezzo della giovane ragazza, concepita di Spirito Santo.
Il ciclo di affreschi più importante realizzato dal Signorelli tra il 1499 e il 1502 è quello nella Cappella Nova, o di San Brizio, nella cattedrale di Orvieto. Con il suo Giudizio universale l'artista diviene il precursore del Michelangelo della Cappella Sistina.
Negli ultimi lavori maturi dell'artista troviamo un partecipato trasporto, una forte emozione privata, dovuta probabilmente alla perdita dell'amatissimo figlio Antonio avvenuta nel 1502, per esempio nel Compianto sul Cristo morto, datato proprio 1502 e conservato al Museo diocesano di Cortona.
Muore nel 1523 nella sua città natale.

Pensi di possedere un’opera di Signorelli? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Signorelli.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.