Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Lorenzo Sabatini

LORENZO SABATINI

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Sabatini.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Sabatini ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Sabatini è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Sabatini, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Sabatini, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Sabatini.

Autentichiamo Sabatini e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Sabatini. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Sabatini.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Sabatini sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Sabatini sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Sabatini ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Sabatini difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Sabatini, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Lorenzo Sabatini nasce a Bologna nel 1530. Sue notizie si ricavano dalle “Vite” del Vasari.
Figura a Firenze come collaboratore del Vasari nella decorazione di Palazzo Vecchio, compare tra gli artisti che realizzano l'allestimento per le nozze di Francesco de' Medici con Giovanna d'Austria nel 1565 e, sempre nello stesso anno, risulta iscritto come pittore forestiero all'Accademia del Disegno. A Firenze l’influenza dello stile Vasariano è particolarmente forte ed evidente, basti vedere la Prudenza e la Giustizia, due delle sei figure allegoriche di Virtù nella Sala dei 500 di Palazzo Vecchio; anche se, in opere quali la Madonna che offre un cedro al Bambino (Collezione Woerhoren), risulti evidente invece l’amore e il profondo studio delle opere del Parmigianino.
Dal 1566 al 1573 Sabatini è di nuovo a Bologna. Forse databile al suo rientro a Bologna è la Giuditta (Collezioni d’Arte della Banca del Monte). Sempre su questa linea classicheggiante si inserisce la Sacra Famiglia con s. Giovannino in collezione privata.
Di questo periodo è la sua grande opera monumentale, la decorazione ad affresco per la cappella Malvasia nella chiesa di S. Giacomo Maggiore. La decorazione della cappella comprende le pitture murali con i Quattro dottori della chiesa alle pareti laterali, i Quattro Evangelisti nei medaglioni del soffitto, e la pala d’altare con la Sacra Famiglia e i SS. Michele arcangelo e Giovannino.
A questi stessi anni appartiene la Disputa di S. Caterina (Pinacoteca Nazionale Bologna) dipinta per il Convento dei Frati della Carità. Tra 1570 e 1573 è datata la Madonna in trono e i SS. Petronio, Domenico, Caterina e Apollonia (Berlino, Staatliche Museum), eseguita per l’altare dei Calici della chiesa di S. Lucia: un bellissimo dipinto, raffinato, equilibrato ed elegante.
All’incirca nel 1570 esegue anche la Madonna assunta in cielo con angeli (Pinacoteca Nazionale Bologna) per l’altar maggiore della chiesa di S. Maria degli Angeli. Al 1572 risale la Madonna col bambino e san Giovannino (Parigi, Louvre). Giunto a Roma nel 1573, chiamato dal Papa, lo accoglie un prestigioso incarico: la decorazione ad affresco della sala Regia e della sala Paolina. Nella Sala Regia esegue l’Allegoria della Fede, Due angeli recati simboli della dignità pontificia e collabora all’affresco celebrativo della recente vittoria del 1571 ovvero della Battaglia di Lèpanto.
Muore a Roma nel 1576.

Pensi di possedere un’opera di Sabatini? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Sabatini.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.