Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Ludovico Mazzolino

LUDOVICO MAZZOLINO

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Mazzolino.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Mazzolino ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Mazzolino è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Mazzolino, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Mazzolino, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Mazzolino.

Autentichiamo Mazzolino e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Mazzolino. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Mazzolino.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Mazzolino sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Mazzolino sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Mazzolino ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Mazzolino difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Mazzolino, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Ludovico Mazzolino nasce a Ferrara intorno agli anni 1480-81.
Si presume abbia avuto un apprendistato presso il maestro ferrarese Ercole Roberti ed è probabile che alla morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1496, abbia trascorso un periodo a Bologna presso la bottega di Lorenzo Costa. La sua prima opera datata e ancora oggi visibile è il piccolo trittico con la Madonna e i ss. Antonio e Maddalena datato al 1509 e conservato a Berlino (Staatliche Museen, Gemäldegalerie). Nel trittico il Mazzolino mostra una pluralità di influenze: un elegante classicismo visibile, per esempio, nei volti femminili, che sembra essere stato desunto da Costa e dal Boccaccino. A questo trittico si accostano, per comunanza di linguaggio, un gruppo di opere affini di piccole dimensioni e di soggetto sacro, eseguite nel periodo compreso tra il 1500 e il 1505. Si tratta per lo più di dipinti conservati in collezioni private o di ubicazione sconosciuta, com’è il caso della Presentazione al tempio o della Madonna con Bambino.
Nel 1511 il Mazzolino firma la Sacra Famiglia con i ss. Sebastiano e Rocco, già nella collezione Costabili e oggi di ubicazione sconosciuta e, nel 1512, la Pietà conservata alla Galleria Doria Pamphili di Roma, quest’ultimo eseguito per Lucrezia Borgia: un'opera di grande drammaticità in cui ancora echeggia la tensione religiosa di un Roberti, le influenze dell'arte nordica, mentre il paesaggio è vicino a suggestioni veneziane.
Viene collocata intorno al 1512 anche la tavoletta con Sacra Famiglia, s. Elisabetta, s. Anna e s. Giovannino (Berlino, Staatliche Museen, Gemäldegalerie). Tra il 1512 e il 1513 sarebbero da porre anche la Natività con figura di pellegrino della Galleria Borghese di Roma, in cui si fondono armoniosamente accenti nordici e paesaggismo veneto, e la Natività della National Gallery di Londra.
Intorno agli anni '20 del Cinquecento, Mazzolino raggiunge un certo successo professionale, suffragato anche dall’acquisto di una casa nella parrocchia di S. Gregorio a Ferrara, nel 1518.
Dell'ultimo periodo della sua vita, una delle sue opere principali, e anche quella di maggiori dimensioni, è la Disputa di Gesù nel tempio, firmata e datata al 1524, e oggi conservata a Berlino (Staatliche Museen, Gemäldegalerie): un'opera che destò l’ammirazione dei contemporanei, come ricorda il Vasari.
Il Mazzolino muore con ogni probabilità a Ferrara, ammalato di peste, intorno al 1528.

Pensi di possedere un’opera di Mazzolino? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Mazzolino.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.