Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Ulvi Liegi

ULVI LIEGI

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Liegi.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Liegi ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Liegi è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Liegi, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Liegi, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Liegi.

Autentichiamo Liegi e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Liegi. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Liegi.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Liegi sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Liegi sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Liegi ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Liegi difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Liegi, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Luigi Levi è stato un pittore italiano che si firmava Ulvi Liegi, anagramma di Luigi Levi.
Nasce a Livorno l'11 ottobre 1858 in una facoltosa famiglia di origine ebraica. Sostenuto e incoraggiato dai genitori il Liegi inizia gli studi artistici con C. Markò jr. e L. Corsi, e li prosegue poi, a partire dai primi anni Ottanta, all'Accademia di belle arti di Firenze dove rimane notevolmente influenzato dal movimento dei macchiaioli, in particolare le assidue frequentazioni di T. Signorini prima, di G. Fattori, e di casa Tommasi poi, lo avrebbero condotto allo studio della natura dal vero e la pittura en plein air.
La prima partecipazione del Levi a un'esposizione collettiva avviene nel 1882, quando presenta otto opere alla mostra della Società d'incoraggiamento delle belle arti a Firenze. L'esordio dell'artista, accolto da critiche lusinghiere, dà l'avvio a un'intensa attività espositiva in Italia e all'estero.
Nel 1886, dopo aver partecipato alla I Mostra livornese presso i Bagni Pancaldi, si reca a Parigi.
Qui, su consiglio di Signorini, fa la conoscenza di Zandomeneghi, presente all’VIII Mostra degli Impressionisti con alcune opere. Segue una serie di partecipazioni alle più importanti esposizioni: a Venezia (1887, Campagna romana, Manzotto sulla via Faentina, Strada al romitaggio), a Londra presso la Slade School, alla I Esposizione Italiana (1888), a Parigi (La sera e Dintorni di Firenze), a Firenze, Genova, Torino e Milano.
Negli anni Novanta la sua pittura si accosta alla corrente impressionista. Alterna la presenza a Firenze con frequenti soggiorni a Livorno e sulla costa ligure, realizzando un’intensa produzione, presentata alle rassegne più importanti.
Dopo un’interruzione della sua produzione artistica, protrattasi fino al 1913, riprende l’attività con successo, partecipando nel 1914-15 alla I Esposizione Invernale d’Arte Toscana a Firenze e nel 1916 alla Primaverile di Palazzo Medici-Riccardi e all’Esposizione Nazionale d’Arte a Milano, dove presenta un’acquaforte, ritraente Fattori nel proprio studio.
Nel settembre del 1921 viene eletto Presidente del Gruppo Labronico. Alla VII mostra del Gruppo esibisce ben 47 opere.
Nonostante i numerosi riconoscimenti, tra i quali spicca il conferimento della medaglia d’oro da parte del Comune di Livorno per l’alto valore artistico dell’opera e l’impegno mostrato in favore della cultura locale, muore in assoluta povertà a Livorno nel 1939, senza il conforto degli affetti familiari.

Pensi di possedere un’opera di Liegi? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Liegi.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.