Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Amigoni Iacopo

IACOPO AMIGONI

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Amigoni.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Amigoni ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Amigoni è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Amigoni, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Amigoni, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Amigoni.

Autentichiamo Amigoni e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Amigoni. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Amigoni.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Amigoni sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Amigoni sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Amigoni ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Amigoni difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Amigoni, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Anche se le fonti più antiche ne stabiliscono la nascita a Venezia nel 1675, è ormai comunemente accettata invece la sua nascita a Napoli nel 1682. Salvo qualche soggiorno in Italia, principalmente a Venezia, tra il 1740 e il 1747, e forse a Roma, l'Amigoni operò nelle maggiori corti europee. Dal 1717 al 1727 circa fu a Monaco di Baviera, in Inghilterra tra il 1729 e il '39, a Parigi nel 1736 e, dal 1747 in poi, alla corte di Ferdinando VI a Madrid.
La sua attività è documentata da opere di decorazione negli interni di palazzi e castelli residenziali, da serie di ritratti e da quadri a soggetto arcadico e mitologico oltre che da pale d'altare. In Baviera lavorò ad Augusta, nei castelli di Schlessheim e di Nymphenburg con decorazioni a soggetti mitologici e dell'epopea omerica.
Tra le sue pale d'altare si ricordano le tre tavole per la Frauenkirche di Monaco, la pala della Visitazione, la pala con S. Francesco di Sales nella chiesa di S. Maria della Fava a Venezia, la pala di S. Andrea e S.Caterina a S. Stae e il S.Girolamo Miani in gloria nella sacristia minore della chiesa di S. Maria della Salute, sempre a Venezia.
Altre sue opere si conservano in collezioni private (notevole la Giuditta e Oloferne, siglata, della collezione Ducas di Alessandria d'Egitto) e in vari musei principalmente in Europa: a Lipsia (Madonna con Bambino), a Darmstadt (Betsabea e Giuditta con la testa di Oloferne), a Brunswick (Giove e Semele; Marte, Venere e Vulcano), a Segovia (Giuramento di Annibale e Carlo III che parte per Napoli), all'università di Barcellona (La coppa trovata nel sacco di Giuseppe) e al Museo del Prado a Madrid (Giuseppe ricevuto dal Faraone). Per quanto riguarda in particolare la ritrattistica, tra i più notevoli ritratti di personaggi del mondo elegante e aristocratico del tempo si ricordano i ritratti di Pietro il Grande e dell'imperatrice, dell'infanta Maria Isabella e dell'infanta Maria Teresa Antonia conservati al Prado.
Apprezzato dai contemporanei come pittore 'storico', l'Amigoni fu anche incisore. Praticò soprattutto l'incisione a bulino e all'acquaforte, tecnica che diffuse a Londra, dove con G. Wagner, già suo allievo, fondò una vera e propria scuola dalla grafica sottile e nitida in contrasto con la tecnica 'a fumo' dall'effetto più pesante, già da tempo largamente di moda in Inghilterra. Spesso la sua opera grafica a tema biblico e mitologico fu riprodotta nella decorazione del vasellame di gran moda nel Settecento europeo.
Muore a Madrid nel 1752.

Pensi di possedere un’opera di Amigoni? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Amigoni.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.