Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Francesco Hayez

FRANCESCO HAYEZ

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Hayez.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Hayez ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Hayez è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Hayez, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Hayez, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Hayez.

Autentichiamo Hayez e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Hayez. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Hayez.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Hayez sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Hayez sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Hayez ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Hayez difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Hayez, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

È considerato il massimo esponente in Italia della pittura romantica e pittore simbolo dell'Unità d'Italia.
Nasce a Venezia nel 1791. La famiglia è molto povera, ragion per cui nel 1797 il piccolo Francesco viene affidato allo zio Giovanni Binasco, ricco mercante d’arte genovese. Nel 1798 entra a bottega giovanissimo da Francesco Maggiotto, mentre nel 1803 inizia a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Nel 1809 Hayez vince una borsa di studio che gli consente di passare alcuni anni di studio a Roma, dove si trasferisce definitivamente l'anno successivo. Nel 1812, con il suo Laocoonte, vince il Gran Premio di Pittura dell’Accademia di Milano, a cui aveva partecipato su suggerimento di Canova. Nel 1813 vince il titolo di miglior allievo dell’anno dell’Accademia di Venezia e apre il suo primo studio a Roma. Successivamente, nel 1814, si trasferisce a Napoli dove lavora per Gioacchino Murat (l’anno seguente realizzerà per lui l’Ulisse alla corte di Alcinoo).
Nel 1820 comincia a frequentare Milano: soggiorna nella città lombarda e conosce Alessandro Manzoni. Nel 1822 ottiene una cattedra di supplenza all’Accademia di Brera a Milano, dove si trasferirà definitivamente l’anno seguente. Risale al 1823 uno dei suoi principali capolavori, l’Ultimo bacio tra Romeo e Giulietta (Tremezzo, Villa Carlotta). Nel 1831 viene nominato socio corrispondente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli mentre cinque anni dopo, nel 1836, soggiorna a Vienna dove viene ricevuto dal cancelliere Klemens von Metternich, che lo introduce all’imperatore Ferdinando I. Nel 1840 compie un nuovo soggiorno a Napoli dove lavora per il principe di Sant’Antimo (in occasione del suo secondo soggiorno nel 1844 dipingerà il ritratto della principessa di Sant’Antimo). Rientrato a Milano, nel 1841 esegue una delle sue opere più famose: il Ritratto di Alessandro Manzoni.
Nel 1850 viene nominato professore di pittura all’Accademia di Brera e nel 1852 torna a Vienna dove consegna il ritratto all’imperatore, ricevendo da quest’ultimo l’onorificenza della Corona di Ferro. L’anno seguente torna nella sua città natale e poi in Piemonte. Dopo aver eseguito altri importanti lavori, nel 1859 dipinge la prima versione del famoso Bacio (Brera). Nel 1863 dona un suo autoritratto alla Galleria degli Uffizi. Nel 1869 si spegne la moglie Vincenza e Francesco Hayez entra poco dopo in una fase di declino: negli anni Settanta si affievolisce la sua produzione artistica. Gli ultimi anni trascorrono senza lavori di rilievo e l’artista muore a Milano il 21 dicembre del 1882.

Pensi di possedere un’opera di Hayez? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Hayez.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.