Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Benozzo Gozzoli

BENOZZO GOZZOLI

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Gozzoli.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Gozzoli ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Gozzoli è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Gozzoli, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Gozzoli, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Gozzoli.

Autentichiamo Gozzoli e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Gozzoli. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Gozzoli.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Gozzoli sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Gozzoli sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Gozzoli ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Gozzoli difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Gozzoli, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Benozzo Gozzoli nasce a Firenze intorno al 1420. Il primo documento che riguarda la sua attività è il contratto che il 24 gennaio 1444 lo impegna per tre anni come aiuto del Ghiberti nell'esecuzione della porta est del battistero fiorentino. La sua arte è stata però influenzata enormemente dal Beato Angelico; si suppone anzi che fosse suo aiuto durante i lavori (1436-1443) nel convento di S. Marco a Firenze, e con lui lavorasse nel 1447 in Vaticano. Benozzo si rende indipendente tardi, sui trent'anni. La sua prima attività autonoma viene svolta a Montefalco, dove arriva nel 1450. Qui, nella chiesa di S. Fortunato, dipinge ad affresco una Madonna col Bambino e un angelo e un polittico con la Madonna della cintola, oggi conservato nella Pinacoteca vaticana.
Del 1456 è la pala con Vergine e santi eseguita per il collegio della Sapienza a Perugia (oggi in Pinacoteca), l'ultima sua opera di struttura ancora semplice e spontanea e ancora pervasa dallo spirito contemplante dell'Angelico.
Sul finire del 1458, chiamato da Cosimo de' Medici, Benozzo Gozzoli è a Firenze per iniziare il famoso affresco nelle pareti della cappella di Palazzo Medici Riccardi: il Corteo dei Magi.
Nel 1465 il pittore è a San Gimignano dove dipinge ad affresco, nella Collegiata, un Martirio di s. Sebastiano (firmato e datato 1465) e in S. Agostino un S. Sebastiano (1464) in una complessa raffigurazione di carattere votivo per l'altare dedicato al santo.
Infine, dal 1468, ormai anziano, risiede a Pisa, dove lavora nel Camposanto sino al 1484 raggiungendo nella città una grande fama. Il Camposanto di Piazza dei Miracoli a Pisa è un bellissimo cimitero monumentale che ospita bellissimi affreschi e sarcofaghi. Indubbiamente la composizione degli affreschi pisani di Benozzo Gozzoli, che rappresentano Storie dell'Antico Testamento, è stata l'opera sua più completa e più vasta, anche se sono andati perduti quasi completamente a seguito dei bombardamenti del 1944. Sono conservati solo dei frammenti e le bellissime sinopie che si possono ammirare nel vicino Museo delle Sinopie di Pisa.
Benozzo Gozzoli rimane a Pisa ancora diversi anni dopo il compimento degli affreschi del Camposanto, occupato in vari lavori.
Nel 1497 a Firenze scoppia la peste: per sfuggirla Benozzo si rifugia a Pistoia, ma il male lo raggiunge e lo porta alla morte il 4 ottobre 1497.

Pensi di possedere un’opera di Gozzoli? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Gozzoli.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.