Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Ridolfo Del Ghirlandaio

RIDOLFO DEL GHIRLANDAIO

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Ridolfo .

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Ridolfo ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Ridolfo è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Ridolfo , specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Ridolfo , accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Ridolfo .

Autentichiamo Ridolfo e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Ridolfo . Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Ridolfo .

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Ridolfo sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Ridolfo sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Ridolfo ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Ridolfo difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Ridolfo , investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Ridolfo del Ghirlandaio è figlio del più noto Domenico del Ghirlandaio. Nasce a Firenze nel 1483, si forma nella bottega paterna, subendo tuttavia l’influenza di Piero di Cosimo e di Fra Bartolomeo. Secondo Vasari, suo amico, Ridolfo godette anche dell'amicizia di Raffaello, durante il soggiorno fiorentino di questo, tanto che il Sanzio gli dette da finire il manto di una sua Madonna (di solito identificata con la Bella giardiniera del Louvre).
Gli inizi pittorici di Ridolfo sono piuttosto orientati nell'ambito del primo classicismo fiorentino. Ciò appare documentato dalla prima opera databile di Ridolfo: la Madonna in trono fra i ss. Francesco e la Maria Maddalena (1503: Firenze, Accademia). L'ascendente di Raffaello, lo si ritrova anche in altre opere dalle forme più bilanciate e classiche; Incoronazione della Vergine (1504, Parigi, Louvre); Andata al Calvario (Londra, National Gallery); Natività (1510, Budapest, Museo);
La prima opera documentata è la pala con la Madonna della Cintola, commissionata dagli operai del duomo di Prato nel 1507, oggi al Museo di San marco a Firenze, opera in cui Ridolfo si orienta verso elementi neoquattrocenteschi.
Successivamente si collocano anche i primi ritratti di Ridolfo, un genere in cui è molto apprezzato. Il più antico sembra l'Uomo con 'mazzocchio' (Chicago, Art Institute), al quale è stata accostata la Signora con coniglio (New Haven,Yale University Gallery). Si segnalano inoltre il Ritratto di orefice (Firenze, Galleria Palatina) e il ritratto del poeta Girolamo Benivieni (Londra, National Gallery). In questo momento vanno posti anche alcuni notevoli quadri di soggetto religioso, come il Matrimonio di s. Caterina, oggi al conservatorio della Quiete (Firenze), e i quattro sportelli d'organo con i Ss. Gerolamo,Sebastiano,Cosma e Damiano, anch'essi alla Quiete.
Da questo momento l'attività di Ridolfo si fa sempre più intensa, soprattutto in relazione a commissioni ufficiali, e ha inizio quell'operosità al servizio dei Medici che lo vede impegnato soprattutto come apparatore di cerimonie e rappresentazioni teatrali, in occasione di avvenimenti solenni legati alla vita della città. Nel 1515 viene impegnato nella decorazione degli appartamenti papali in S. Maria Novella e nel restauro della cappella di palazzo Medici. Nel 1517 dipinge, tra le opere più note, due Fatti miracolosi di s.Zanobi (Firenze, Accademia).
Del 1528 è una delle sue opere di maggiori proporzioni, la Madonna in trono e santi, (Museo Civico di Pistoia). Del 1531 è il ritratto di Cosimo I giovanetto (Firenze, Museo Mediceo).
Sempre più rada diviene invece l'attività del pittore a partire dalla fine del quarto decennio del secolo, a dire del Vasari per l'aumento dei disagi procuratigli soprattutto dalla gotta.
Muore a Firenze nel 1561.

Pensi di possedere un’opera di Ridolfo ? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Ridolfo .
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.