Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Giorgio De Chirico

GIORGIO DE CHIRICO

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di De Chirico.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di De Chirico ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di De Chirico è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di De Chirico, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di De Chirico, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di De Chirico.

Autentichiamo De Chirico e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di De Chirico. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di De Chirico.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di De Chirico sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di De Chirico sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di De Chirico ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di De Chirico difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di De Chirico, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Giorgio De Chirico nasce a Volos in Grecia, nel 1888.
Assecondato dal padre nella passione per l'arte, prende le prime lezioni di disegno dal pittore greco Mavrudis, poi si iscrive all'Istituto Politecnico di Atene, che frequenta per un breve periodo. Nel 1905, dopo la morte del padre, si trasferisce a Monaco per continuare gli studi. Qui è attratto irresistibilmente dal disegno grafico di Alfred Kubin nonché dalla pittura dei simbolisti Arnold Boecklin e Max Klinger, ma anche dalla letteratura e dalla filosofia. In particolare rimane affascinato dal pensiero di Schopenhauer e di Nietzsche, così come da quello di Weininger (l'influenza di Boecklin e di Nietzsche è ravvisabile nel dipinto La battaglia dei Centauri e dei Lapiti).
Nel 1910, torna in Italia, prima a Milano poi a Firenze. A Firenze nasce così il suo primo quadro metafisico: L’énigme d‘un après-midi d’automne, ispirato da una visione avuta in Piazza Santa Croce. L’opera è preceduta da L’énigme de l’oracle e seguita, sempre nel 1910 a Firenze, da L’énigme de l’heure e dal famoso autoritratto Portrait de l’artiste par lui-même. Il 14 luglio 1911 arriva a Parigi. Partecipa per la prima volta a una mostra, al Salon d’Automne del 1912. Nel marzo 1913 espone al Salon des Indépendants. È notato da Picasso e da Apollinaire che, entusiasta delle sue opere recensisce la mostra che l’artista realizza nel suo studio ad ottobre nel “L’Intransigeant”. Apollinaire lo definisce: “il pittore più sorprendente della giovane generazione”.
Nel maggio del 1915 de Chirico rientra in Italia per arruolarsi. Viene trasferito a Ferrara dove viene assunto come scritturale. Il paesaggio urbano ferrarese è fondamentale per la definitiva impronta metafisica, in cui prende corpo il suo peculiare stile caratterizzato dagli scenari irreali e misteriosi, all'insegna di una solitudine sospesa e allucinatoria. Comincia a dipingere i primi interni metafisici.
Nel periodo 1916-1917 dipinge i suoi celebri Ettore e Andromaca e Le Muse inquietanti e frequenta l'ambiente artistico di Ferrara. Negli anni successivi l'attività espositiva è intensa e vi affianca anche quella come scenografo: nel 1929 esegue, ad esempio, scene e costumi per i balletti di Diaghilev a Parigi, illustra i 'Calligrammes' di Apollinaire e 'Mythologies' di Cocteau.
Nel 1935 è chiamato negli Stati Uniti dove rimane fino al 1936. L'anno successivo è costretto a spostarsi tra Milano, Parigi, Londra, Firenze, Torino e Roma dove espone per la seconda volta alla Quadriennale. Nel 1945 si stabilisce definitivamente a Roma in Piazza di Spagna.
Giunto ormai al termine della sua vita, continua incessantemente a dipingere con maggiore passione. Nel 1969 viene pubblicato il primo catalogo delle sue opere grafiche, nel 1971 di tutte le sue opere; nel 1970 espone al Palazzo Reale di Milano, nel 1972 a New York. Nello stesso anno Parigi lo nomina membro dell'Accademia di Belle Arti e gli dedica un'esposizione.
Giorgio De Chirico si spegne a Roma il 20 novembre 1978, onorato dai critici di tutto il mondo.

Pensi di possedere un’opera di De Chirico? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di De Chirico.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.