Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Pietro Da Cortona

PIETRO DA CORTONA

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Pietro da Cortona.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Pietro da Cortona ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Pietro da Cortona è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Pietro da Cortona, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Pietro da Cortona, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Pietro da Cortona.

Autentichiamo Pietro da Cortona e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Pietro da Cortona. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Pietro da Cortona.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Pietro da Cortona sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Pietro da Cortona sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Pietro da Cortona ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Pietro da Cortona difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Pietro da Cortona, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Pietro Berrettini, nato nell'anno 1596, è noto come Pietro da Cortona dalla città di nascita in provincia di Arezzo.Pittore e architetto, è stato uno degli interpreti più felici della sensibilità artistica seicentesca. Diventa celebre sotto il pontificato di Urbano VIII Barberini, del quale realizza un ritratto datato intorno al 1627.
Dopo una giovanile formazione in Toscana, nel 1612 è a Roma, desideroso di studiare le opere antiche e la pittura di Raffaello. Un omaggio a Raffaello si può osservare a Roma presso la Galleria dell'Accademia di San Luca, dove è custodita una copia realizzata a inizio carriera dal Cortona: Il Trionfo di Galatea di Raffaello.
Lo stile di Pietro da Cortona viene subito apprezzato dalle famiglie dell'aristocrazia romana. Determinante in tal senso è l'incontro nel 1620 con il primo grande mecenate della sua carriera, il banchiere fiorentino Marcello Sacchetti, che lo prende sotto la propria protezione. Di questo felice incontro ci è rimasto il ritratto datato 1626 circa, oggi alla Galleria Borghese di Roma, realizzato dall'artista in omaggio all'amico. Intorno allo stesso anno Cortona, commissionato dalla famiglia Sacchetti, dipinge il Ratto delle Sabine, custodito alla Pinacoteca Capitolina.
Alla Pinacoteca di Brera di Milano si può osservare una pala datata 1629 - 1630 raffigurante una Madonna col Bambino, circondata dai santi Giovanni Battista, Felice da Cantalice, Andrea e Caterina. Un restauro eseguito in tempi recenti ha messo in evidenza i numerosi ripensamenti e le variazioni apportate durante la realizzazione della tela.
Grazie al sostegno di Urbano VIII, Cortona può affrescare, tra il 1633 e il 1639, quella che è considerata la sua opera più celebre, vale a dire la decorazione della volta del salone principale del Palazzo Barberini, il cui soggetto è il Trionfo della Divina Provvidenza. Questo capolavoro diventa il manifesto della pittura barocca e permette a Pietro da Cortona di divenire, insieme al Bernini, l'artista ufficiale del papa.
Tra il 1637 e il 1648 Pietro da Cortona lavora a Firenze, a Palazzo Pitti, per il granduca Ferdinando II de' Medici, per il quale esegue dei cicli di affreschi nella Sala della Stufa, raffiguranti l'Età dell'Oro, dell'Argento, del Bronzo e del Ferro, e nelle Sale di Venere, di Giove, di Marte e di Apollo. Subito dopo rientra a Roma dove riceve un altro importante incarico: la decorazione della Galleria di Palazzo Pamphili in piazza Navona affidatagli dal pontefice Innocenzo X.
Cortona è anche uno dei pittori italiani maggiormente richiesti all'estero, tuttavia la sua sua scarsa propensione al viaggiare e trasferirsi gli fece declinare l'invito del cardinale Mazzarino che lo voleva alla corte di Luigi XIV di Francia, il Re Sole. Dal 1647 al 1666 si dedica agli affreschi della chiesa di Santa Maria in Vallicella a Roma, dove nella volta della navata dipinge la Visione di San Filippo Neri.
Muore a Roma nel 1699.

Pensi di possedere un’opera di Pietro da Cortona? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Pietro da Cortona
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.