Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Cimabue

CIMABUE

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Cimabue.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Cimabue ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Cimabue è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Cimabue, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Cimabue, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Cimabue.

Autentichiamo Cimabue e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Cimabue. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Cimabue.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Cimabue sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Cimabue sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Cimabue ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Cimabue difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Cimabue, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Cimabue, soprannome di Cenni di Pepo, secondo la tradizione è stato il maestro di Giotto. Rinnova nel Duecento la sua pittura a contatto con le novità dell'ambiente artistico di Firenze ed elabora con gli anni uno stile personale e innovativo, che lo porta a essere considerato nel Rinascimento uno dei padri della pittura italiana. Poche sono le notizie sulla sua vita pervenuteci: non si conosce con precisione la sua data di nascita né quella di morte; è certo solamente che nel 1272 si trova a Roma e nel 1302 a Pisa, per lavorare al mosaico nell'abside del duomo. L'evoluzione artistica di Cimabue si può ricostruire attraverso il soggetto per eccellenza della sua pittura: il crocifisso. Il Crocifisso della chiesa di San Domenico ad Arezzo rimane ancora per molti versi appartenente all'arte bizantina, per la linea netta e incisiva che disegna la figura e le parti anatomiche molto poco definite. Nel Crocifisso di Santa Croce a Firenze, molto rovinato dall'alluvione del 1966, Cimabue dimostra invece uno stile più personale e un graduale abbandono degli elementi bizantini.
Nell'arco di tempo che intercorre tra i due crocifissi, Cimabue lavora agli affreschi della basilica superiore di San Francesco ad Assisi, dove dipinge storie della Vergine, una serie di Apostoli e storie dell'Apocalisse. Anche in questo caso Cimabue realizza un altro Cristo sulla croce, questa volta ad affresco, dalla forza drammatica incredibile, benché molto rovinato.
L'altro soggetto di Cimabue, come di molti altri pittori dell'epoca, è la rappresentazione in trono della Madonna col Bambino, circondata da angeli, la cosiddetta 'Maestà'. Quella conservata agli Uffizi di Firenze, di datazione incerta (1280-85), è una delle sue più famose. Nella raffigurazione della Madonna rimangono ancora dei legami con la tradizione bizantina, come il fondo d'oro e le strisce dorate delle vesti, ma sono presenti moltissime novità importanti: il trono è una costruzione robusta e tridimensionale e la Vergine non è più un'immagine astratta, piatta e bidimensionale, ma una figura in carne e ossa.
Il grande merito di Cimabue nella storia della pittura italiana è quello di avere stabilito un rapporto più diretto rispetto alla tradizione bizantina tra l'immagine sacra e la figura umana reale.
\t
Pensi di possedere un’opera di Cimabue? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Cimabue.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.