Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Carpaccio

CARPACCIO

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno del Carpaccio.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera del Carpaccio ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere del Carpaccio è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno del Carpaccio, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno del Carpaccio, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere del Carpaccio.

Autentichiamo Carpaccio e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere del Carpaccio. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera del Carpaccio.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni del Carpaccio sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere del Carpaccio sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni del Carpaccio ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni del Carpaccio difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere del Carpaccio, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Vittore Carpaccio, noto anche con il nome di Vittorio, nasce a Venezia intorno il 1465. È considerato un sublime interprete del rinascimento nella Venezia del tempo. Raccontò i fasti della serenissima all'apice del suo splendore.
Non possediamo molte notizie riguardo alla sua biografia, né alla sua formazione artistica. Si sa solo che è figlio di un certo Pietro, mercante di pelli, e che compare dal nulla nella scena artistica veneziana quando ha all'incirca venticinque anni. La sua prima opera datata risale al 1490 con l'Arrivo dei pellegrini a Colonia, oggi presso le Gallerie dell'Accademia, che fa parte di un ciclo realizzato tra il 1490 e il 1495 per la Scuola di Sant'Orsola ed è costituito da nove grandi teleri. Questo lavoro decreta il successo del Carpaccio, inaugurando la sua carriera al servizio delle confraternite di devozione. Il suo stile ricercato ed elegante, di raffinata ascendenza tardogotica, unito ad una grande attenzione per i particolari, anche i più minuti, contribuisce a fare delle sue immagini una preziosa testimonianza del suo tempo. Nel 1496 dipinge il Sangue di Cristo (Udine, Museo civico) e, con Gentile Bellini, lavora alle Storie della Croce per la Scuola di S. Giovanni Evangelista. Per quest'ultima il Carpaccio esegue tra il 1494 e il 1495, Il Miracolo della Croce a Rialto, una testimonianza esemplare dell'evidenza descrittiva del Carpaccio: una pittura che chiede esclusivamente di essere guardata senza ricercarvi significati ulteriori.
Sempre di questo periodo (1495) è lo straordinario quadro Due Dame, esposto nel Museo Correr di Venezia, che ha sempre tenuto gli studiosi sotto indagini perché considerato un dipinto che assomiglia a un giallo, disseminato di oggetti, animali, gesti e personaggi dal fare indecifrabile.
Al 1515 risale i Diecimila Martiri dell'Ararat, completamente rifatti nel secolo scorso, ora nelle Gallerie di Venezia e al 1516 il San Giorgio nella chiesa omonima e il Leone del Palazzo ducale di Venezia.
Tra le opere migliori dell'ultimo periodo: la Morte di Maria (Pinacoteca Naz. di Ferrara) (1508) e la Presentazione al Tempio (Venezia, Gallerie,1510), insieme alle Storie di S. Stefano (1511-20), oggi divise fra Berlino, Stoccarda, Milano e il Louvre.
Gli ultimi dieci anni di attività del Carpaccio sono di un artista che a Venezia deve esser considerato come superato, anche perché in questo periodo esiste il confronto con Giorgione e Tiziano.
Muore a Venezia nel 1525 o 1526.
Di nessun altro artista veneziano dello stesso periodo, come del Carpaccio, sono conservati così numerosi disegni; essi si trovano nelle più importanti collezioni pubbliche (in particolare Uffizi, British Museum) e private.

Pensi di possedere un’opera del Carpaccio? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti del Carpaccio.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.