Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Jacopo Bellini

JACOPO BELLINI

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Bellini.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Bellini ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Bellini è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Bellini, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Bellini, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Bellini.

Autentichiamo Bellini e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Bellini. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Bellini.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Bellini sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Bellini sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Bellini ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Bellini difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Bellini, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Jacopo Bellini nasce a Venezia nel 1400 circa, figlio di un fonditore di stagno.
Tra il 1408 e il 1414 è allievo di Gentile di Fabriano, che in quegli anni era presente a Venezia, con il quale si reca prima a Brescia e poi Firenze. A Firenze Bellini stabilisce un primo contatto con i grandi maestri del primo Rinascimento fiorentino: Masaccio, Paolo Uccello, Donatello e Brunelleschi, contatto che si sarebbe rinnovato più tardi con le influenze venete, da Donatello a Padova, ad Andrea del Castagno a Venezia.
Nel 1424 a Venezia apre una sua bottega dove, dopo il 1450, entrano anche i figli Gentile e Giovanni.
Del 1430 circa è la tavola della Madonna col Bambino, dell'Accademia Carrara, in passato attribuita a Gentile da Fabriano, elemento centrale di un polittico disperso.
Sempre ai primi '30 viene attribuita la tavola della Madonna col Bambino, del Museo Cagnola, assegnata in passato a Jacobello del Fiore, anch'essa facente parte di un polittico. Mentre degli anni ’40 del Quattrocento è la Madonna col Bambino oggi custodita presso le gallerie dell'Accademia a Venezia.
Al principio del quinto decennio del secolo dipinge la pala con l'Annunciazione in S. Alessandro a Brescia, uno dei più importanti e significativi lavori rimasteci del Bellini. Nel 1460, infine, con i due figli Gentile e Giovanni, è a Padova dove lavora nella cappella Gattamelata della basilica del Santo. Di questo incarico è rimasto lo scomparto laterale del polittico con sant'Antonio Abate e san Bernardino da Siena, conservato oggi alla National Gallery of Art di Washington.
Altre opere rimasteci dell'artista (la maggior parte delle quali sono andate distrutte) sono il Cristo in croce, dipinto a cavallo tra il 1435 e il 1440 (Museo di Castelvecchio, Verona) e numerose versioni di Madonna col Bambino (Galleria Tadini a Lovere, Uffizi a Firenze, Brera a Milano, Louvre a Parigi e LACMA di Los Angeles), tutte colme di una raffinata eleganza tardogotica dai colori preziosi.
Di Jacopo Bellini restano anche due importanti libri di disegni (uno conservato al Louvre e l'altro al British Museum di Londra), con studi di architettura e di prospettiva, validissima testimonianza di una cultura a cavallo tra mondo tardogotico e mondo rinascimentale.
Muore intorno il 1471.

Pensi di possedere un’opera di Bellini? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Bellini.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.