Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Domenico Beccafumi

DOMENICO BECCAFUMI

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Beccafumi.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Beccafumi ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Beccafumi è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Beccafumi, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Beccafumi, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Beccafumi.

Autentichiamo Beccafumi e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Beccafumi. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Beccafumi.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Beccafumi sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Beccafumi sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Beccafumi ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Beccafumi difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Beccafumi, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Domenico Beccafumi nasce nel 1486 presso Siena.
La formazione artistica del Beccafumi si svolge quasi sicuramente nell'ambito della cultura fiorentina, piuttosto che a Siena. Importante è senza dubbio il soggiorno romano tra il 1510 e il 1512 per vedere gli affreschi di Michelangelo e di Raffaello e per studiare le antichità. Del 1513-14 sono le prime opere documentate che ci sono pervenute: il trittico con la Trinità fra due coppie di santi conservato nella Pinacoteca di Siena, e un lunettone affrescato con l'Incontro di Gioacchino e Anna conservato nella complesso museale di Santa Maria della Scala di Siena, nella Cappella del Manto o delle Reliquie.
La carriera di Domenico Beccafumi è lunga e assai prolifica e si svolge quasi interamente a Siena in anni agitati da guerre e continue discordie civili, ma dove il Beccafumi sviluppa con libertà sempre maggiore i principi di luce e di colore che ne costituiscono l'aspetto fondamentale. Fra le opere databili prima del 1518, troviamo due pale d'altare: S.Caterina che riceve le Stigmate (1514 circa) nella Pinacoteca di Siena e S.Paolo in trono (1515 circa) nel Museo dell'Opera del duomo a Siena. Vanno inoltre ricordati il tondo con la Sacra Famiglia (1514-15 circa) nella Pinacoteca di Monaco di Baviera e il pannello con Deucalione e Pirra (1514 circa) nel Museo Horne a Firenze.
La commissione che maggiormente impegna con successo il Beccafumi a partire dal 1519 per quasi tutta la vita è la decorazione dei quattro esagoni del pavimento del duomo di Siena (il più bel pavimento di marmo mai esistito, secondo il Vasari) con le Storie di Elia e di Acabbo (terminato nel 1524), Mosè fa scaturire l’acqua dalla roccia, Storie di Mosè sul Sinai, Sacrificio di Isacco).
Nel 1529, in previsione di un soggiorno di Carlo V nella città, la Signoria di Siena incarica il Beccafumi di affrescare la volta della sala del Concistoro nel palazzo pubblico. L'esecuzione completata solo nel 1535, si distingue per la sapiente resa illusionistica dello spazio e per le audaci prospettive che restano, sotto tale aspetto, uno degli esempi più validi di quel tempo.
Successivamente le opere eseguite per il duomo di Pisa tra il 1537-39 (Adorazione del vitello d'oro, Il castigo del fuoco celeste, Quattro Evangelisti), la Madonna e santi dell' Oratorio di S. Bernardino (1537), e i ridipinti affreschi rappresentanti due gruppi di Apostoli e angioli dell'abside del duomo di Siena (1539-40 circa) costituiscono i momenti più rappresentativi di uno stile indubbiamente determinato dalla influenza di Michelangelo. La Sacra Famiglia della National Gallery di Washington e, in particolare, gli otto Angeli reggicandelabro di bronzo nel duomo di Siena costituiscono l'ultima fatica del Beccafumi.
Il Beccafumi fu anche incisore di notevole levatura. Noto esempio è la serie di dieci piccole xilografie, che anticipano sorprendentemente certe nervose soluzioni adottate dal Parmigianino, la Ricerca e lo sfruttamento dei metalli Bergamo (BG), Accademia Carrara. Gabinetto Disegni e Stampe.
Muore nel 1551.

Pensi di possedere un’opera di Beccafumi? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Beccafumi.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.