Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Francesco Bassano The Younger

FRANCESCO BASSANO IL GIOVANE

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Francesco il Giovane.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Francesco il Giovane ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Francesco il Giovane è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Francesco il Giovane, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Francesco il Giovane, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Francesco il Giovane.

Autentichiamo Francesco il Giovane e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Francesco il Giovane. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Francesco il Giovane.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Francesco il Giovane sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Francesco il Giovane sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Francesco il Giovane ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Francesco il Giovane difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Francesco il Giovane, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Francesco Giambattista Dal Ponte, conosciuto anche come Francesco Dal Ponte il Giovane o come Francesco Bassano il Giovane, nasce a Bassano nel 1549. Si forma in un clima post-manieristico, nella bottega del padre, all'epoca pittore già molto rinomato soprattutto per i suoi quadri di genere pastorale.
Nella vastissima produzione collettiva della bottega bassanesca, in cui oltre a Francesco, lavorano anche i fratelli Leandro e Gerolamo, durante il periodo di collaborazione col padre, le opere non documentate spettanti a Francesco il Giovane sono meno identificabili, rispetto a quelle dei fratelli, perché Francesco cercava di avvicinarsi il più possibile allo stile paterno.
Il primo dipinto attestante la sua arte, ufficialmente riconosciuta, a pari dignità, dal padre, è la Predica di s. Paolo (Marostica, chiesa di S. Antonio) del 1574, segue la Circoncisione (1577, Bassano, Museo civico).
Si trasferisce a Venezia stabilmente intorno al 1580, dove riceve importanti commissioni (dipinti per il Maggior consiglio e per la sala dello scrutinio di Palazzo ducale) e dipinge opere segnate da suggestioni del Tiziano e del Tintoretto: Battesimo di s. Afra, nella chiesa omonima di Brescia; il ciclo di nove tele con episodi della Passione di Cristo, dipinte per la chiesa di S. Antonio di Brescia, ora disperse in varie collezioni private e pubbliche; i due quadri con l'Orazione nell'orto e l'Adorazione dei pastori (Museo civico di Bassano).
Francesco, tuttavia, durante tutta la sua carriera, non cessa comunque di collaborare con il padre lacopo in opere firmate da entrambi, come la Fucina di Vulcano del Museo di Poznań e il Cristo sbeffato della Galleria Pitti di Firenze, databile intorno il 1590.
L'ultimo periodo della sua attività come uomo, e conseguentemente come pittore, è caratterizzato da una crisi, dovuta a un cattivo stato di salute mentale, probabilmente ereditata dalla madre. Il pittore era psicologicamente molto fragile e soffriva di manie di persecuzione.
Il 3 luglio 1592 a pochi mesi dalla scomparsa del padre Iacopo, muore in seguito al tentativo di suicidio compiuto nel novembre del 1591.

Pensi di possedere un’opera di Francesco il Giovane? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Francesco il Giovane.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.