Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Leandro Bassano

LEANDRO BASSANO

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Bassano.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Bassano ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Bassano è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Bassano, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Bassano, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Bassano.

Autentichiamo Bassano e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Bassano. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Bassano.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Bassano sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Bassano sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Bassano ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Bassano difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Bassano, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Leandro, detto Bassano nasce nel 1557 a Bassano (in prov. di Vicenza). Figlio del pittore Iacopo Bassano, ancora giovanissimo collabora nella bottega paterna insieme con i fratelli Francesco e Giambattista. Artista precoce, già dal 1575 circa partecipa largamente all'esecuzione di dipinti biblico-pastorali, che erano tanto richiesti. Al periodo giovanile appartengono opere come il Mosè che percuote la rupe (Dresda, Gemäldegaleria) e le Nozze di Cana (Vicenza, Museo civico).
Nel 1577-78 è a Venezia, città dove dal 1588 si stabilisce definitivamente. Di questo periodo sono S. Anna con la Vergine venerata da numerose monache oggi nel Museo di Stoccolma e l'Ultima Cena, presso la Galleria Pitti a Firenze. Del 1582 è la Circoncisione, nella parrocchiale di Rosà in provincia di Vicenza, in cui vive ancora l'eco dell'arte di Iacopo suo padre. Dopo tale data, la pittura di Leandro si evolve notevolmente. Nella seconda metà del 1590 si colloca il ciclo dei Mesi (la gran parte è conservata al Kunsthistorisches Museum di Vienna e due nella Galleria del Castello di Praga), dove chiaro è l'apporto dell'artista nell'evoluzione del dipinto biblico-pastorale, dove si fa strada una sensibilità nuova maturata dietro l'assimilazione di diverse influenze. Grandi composizioni di questo periodo, sono la pala con La Madonna e i ss. Nicolò, Sebastiano e Rocco del 1589 nel duomo di Motta di Livenza e il quadro votivo del Podestà Lorenzo Cappello, dipinto nel 1590 a Bassano, conservato nel Museo civico di Bassano. Databili intorno al 1592 sono il Carnevale del Kunsthistorisclies Museum di Vienna e la Resurrezione di Lazzaro nella chiesa della Carità a Venezia, dipinto molto importante per comprendere l'arte di Leandro Bassano, attento alle esperienze tardomanieristiche centroitaliane.
Del 1615 o di poco posteriore risulta il Ritratto del doge Marcantonio Memmo (Padova, Museo civico). La ritrattistica, specialità che Leandro aveva monopolizzato a Venezia e per la quale tanto lo lodano gli storici, annovera nei primi due decenni del secolo dei capolavori: oltre a quello già citato di Marcantonio Memmo, si ricordano i ritratti di Alvise Corradini, rettore dell'università della lana di Padova (oggi in quel Museo civico), di Lionardo Armano (Monaco, Alte Pinakothek) e di Fortunio Liceto, professore dell'università di Padova (ora a Parigi, coll. privata).
Altri numerosi ritratti, sono oggi conservati nei musei di tutto il mondo: Ritratto di Orazio Lago, (Kunsthistorisches Museum, Vienna), il Ritratto di vecchia (collezione di lord Crawford, Balcaress), la Vecchia che legge (Galleria di Castle Howard), Ritratto di una vecchia donna, (Membro Hermitage di Pietroburgo).
Muore a Venezia nel 1622 e fu sepolto in S. Salvatore con le insegne di cavaliere.

Pensi di possedere un’opera di Bassano? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Bassano.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.