Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Giovanni Antonio Boltraffio

GIOVANNI ANTONIO BOLTRAFFIO

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Boltraffio.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Boltraffio ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Boltraffio è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Boltraffio, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Boltraffio, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Boltraffio.

Autentichiamo Boltraffio e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Boltraffio. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Boltraffio.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Boltraffio sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Boltraffio sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Boltraffio ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Boltraffio difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Boltraffio, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Giovanni Antonio Boltraffio o Beltraffio è stato un pittore italiano dell'Alto Rinascimento Lombardo. Nasce fra il 1466 e il 1467 a Milano, da una famiglia aristocratica. I primi lavori di Boltraffio sono influenzati dallo stile della Confraternita dei Pittori Milanesi, fra cui il trevisano Bernardo Zenale e Vincenzo Foppa, ma dopo l'arrivo di Leonardo a Milano nel 1482, comincia a lavorare a fianco del gran maestro, secondo una nota dello stesso Leonardo. La prima opera realizzata dal Boltraffio risale al 1491: la Resurrezione di Cristo con i santi Leonardo e Lucia, dipinta per la chiesa milanese di S. Giovanni sul Muro e oggi alla Pinacoteca di Berlino. Di questi anni è anche la discussa Madonna Litta (attribuita a Leonardo), custodita al Museo dell'Ermitage di San Pietroburgo, eseguita probabilmente da Boltraffio sotto il controllo di Leonardo e stilisticamente simile ad altre opere del Boltraffio: la Madonna con Bambino oggi al Museo di Belle Arti di Budapest e la Madonna del Museo Poldi Pezzoli di Milano.
Un genere in cui il Boltraffio è particolarmente abile è quello ritrattistico. Nel 1497 Isabella d'Aragona, vedova di Gian Galeazzo Sforza, lo manda a Mantova per copiare il ritratto, posseduto dai Gonzaga, di suo fratello Ferrante d'Aragona, mentre nel 1500 è a Bologna, dove su commissione del poeta Gerolamo Casio, dipinge la cosiddetta pala Casio per la chiesa della Misericordia, considerata un capolavoro, oggi al Louvre. La pala raffigura una Madonna con Bambino, Giovanni Battista e San Sebastiano con i donatori, Giacomo Marchione de 'Pandolfi da Casio e suo figlio, il poeta bolognese Girolamo Casio, inginocchiati davanti. Nel 1502 il Boltraffio è di nuovo a Milano, dove gli viene commissionata dalla congregazione di S Maria presso S. Satiro una Santa Barbara (Staatliche Museen, Berlino Est). Allo stesso periodo della Santa Barbara appartiene il disegno dell'Ambrosiana tradizionalmente ritenuto il ritratto di Isabella d'Aragona.
Tuttora gli specialisti stanno lavorando su molti quadri che potrebbero essere riconosciuti come lavori di Boltraffio. I suoi quadri infatti mostrano lo stesso uso dello 'sfumato' di Leonardo, una miscela di colori e tonalità atta a conferire profondità all'immagine.
Giovanni Antonio Boltraffio muore a Milano nel 1516.

Pensi di possedere un’opera di Boltraffio? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Boltraffio.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.