Galleria di Artisti
Galleria dei principali artisti valutati nel corso degli anni

Prova digitando "picasso"

Dell Abate Nicoli

NICOLÒ DELL'ABATE

Ottieni un Certificato di autenticità (COA) per il tuo dipinto o il tuo disegno di Dell’Abate.

Per vendere, assicurare o donare qualsiasi opera di Dell’Abate ti occorre un Certificato di autenticità (COA).

Ottenere un Certificato di autenticità (COA) per le opere di Dell’Abate è facile. Basterà inviarci le foto e le dimensioni del tuo dipinto o disegno di Dell’Abate, specificando tutto quello che sai sull’origine o sulla storia dell’opera.

Se vuoi vendere il tuo dipinto o disegno di Dell’Abate, accedi ai nostri servizi di vendita. Offriamo strumenti di consiglio e supporto alla vendita, vendite a trattativa privata e mediazione completa per le opere di Dell’Abate.

Autentichiamo Dell’Abate e rilasciamo certificati di autenticità dal 2002. Siamo esperti riconosciuti e periti certificati delle opere di Dell’Abate. Rilasciamo certificati di autenticità e valutazioni per qualsiasi opera di Dell’Abate.

Le nostre autenticazioni dei dipinti e disegni di Dell’Abate sono accettate e riconosciute in tutto il mondo.

Ciascun COA è supportato da ricerche approfondite e relazioni analitiche di autenticazione.

I certificati di autenticità che rilasciamo per le opere di Dell’Abate sono redatti sulla base di indagini artistiche, ricerche di autenticazione, lavoro analitico e studi forensi solidi, affidabili e totalmente documentati.

Siamo a disposizione per esaminare i tuoi dipinti o disegni di Dell’Abate ovunque si trovino nel mondo.

Riceverai i tuoi certificati di autenticità e la relazione di autenticazione solitamente entro due settimane. I casi più complessi, con dipinti o disegni di Dell’Abate difficili da ricercare, richiedono più tempo.

Tra i nostri clienti si trovano collezionisti di opere di Dell’Abate, investitori, autorità fiscali, assicuratori, periti, valutatori, banditori d’asta, gallerie d’arte, agenzie governative e svariati studi legali.

Nicolò dell'Abate nasce a Modena nel 1509 circa. È stato un pittore e frescante, attivo in Emilia e in Francia, considerato uno dei più brillanti rappresentanti del manierismo emiliano. Si formò guardando all'arte dei Dossi, del Correggio e del Parmigianino e affrontò temi tratti dalla letteratura, privilegiando il genere amoroso e il paesaggio. Nicolò è conosciuto soprattutto per i suoi paesaggi, che avvolgevano narrazioni mitologiche, tema che avrebbe ispirato artisti francesi come Claude Lorrain (1600-1682) e Nicolas Poussin (1594-1665).
La formazione sarebbe avvenuta, dapprima, presso il padre Giovanni, scultore, e poi sotto l'influenza di Antonio Begarelli, scultore e plasticatore operante a Modena. La sua prima opera documentata è la decorazione ad affresco delle Beccherie modenesi, dipinta con Alberto Fontana nel 1537. Dal 1539, proprietario di una bottega, comincia a lavorare per il territorio circostante con incarichi di sempre crescente rilievo. Intorno al 1540 decora con le Storie dell'Orlando e dell'Eneide la rocca di Scandiano (ora gli affreschi sono conservati nella Galleria Estense a Modena) e tra il 1540 e il 1543, in territorio parmense, realizza dipinti murali nella Rocca di Soragna e a Busseto. Nel 1546 decora le pareti della Sala del Fuoco del Palazzo Comunale a Modena con episodi di storia romana. Tra il 1548 ed il 1552 l'artista soggiorna a Bologna, dove affresca importanti residenze private, quali Palazzo Torfanini e Palazzo Poggi, attuale sede della Biblioteca dell'Università, dove sono ancora visibili i fregi nella Sala di Camilla, nella Sala dei concerti e delle fatiche di Ercole, nella Sala dei Paesaggi, e nel Camerino dei putti vendemmiatori. Nel 1552 Nicolò è in Francia, dove lavora al castello di Fontainebleau come membro della squadra di artisti addetti alle decorazioni, sotto la guida di Francesco Primaticcio (1504-1570), pittore di corte del re Enrico II. Per il castello, Nicolò collabora alle decorazioni della Salle de Bal (1554) e della Galerie d'Ulysse (1559-1560). Sempre in Francia si susseguono incarichi in qualità di collaboratore e di artista autonomo: disegna smalti, arazzi per privati, dipinge al castello di Fleury-en-Bière (1552-'56), a Beauregard (1556), a Écouen, ma anche a Parigi, Rouen e Chantilly. Infine è di nuovo a Fontainebleau, per la nuova decorazione della Chambre du Roi e della Chambre de la Duchesse d'Étampes nel 1570, anno prima della sua morte, avvenuta proprio a Fontainebleu nel 1571.

Pensi di possedere un’opera di Dell’Abate? Contattaci per ricevere un aiuto cordiale, gentile e altamente informativo. Siamo esperti di Dell’Abate.
Nel corso della nostra attività abbiamo analizzato e valutato centinaia di artisti in tutto il mondo.

Cercate l'artista di vostro interesse.

Richiedete un preventivo gratuito

Non esitate, descriveteci la vostra opera. Vi forniremo un preventivo gratuito in brevissimo tempo.